H
Home
F
Forum
L
Link
C
Contatti
D
Cosa tratta il Sito
W
Chi è Capochino
U
I nostri utenti
"Invecchiare una statua"

Qualche tempo addietro avevo sperimentato con successo un breve e semplice procedimento per realizzare l’invecchiamento – ossidazione in questo caso – delle miniature che dovrebbero rappresentare statue metalliche.

Seguendo i consigli datimi a voce da una amica pittrice, mi misi all’opera testando il metodo su una miniatura in metallo della Reaper (quella che vedete nella guida qui proposta).

Ad essa sono seguite altre “statue” invecchiate, sempre con lo stesso metodo e sempre con la stessa soddisfazione finale.

Visto che a suo tempo il procedimento era stato accolto con entusiasmo dal forum, ho pensato di farne un breve tutorial, perché possa essere più facilmente reperibile nella sezione articoli.

Sono partito con un semplice colore di fondo nero. Una volta asciutto mi sono munito di questi colori:

  • tin bitz
  • dwarf bornze
  • orkhide shade
  • hawk turquoise

Il primo passaggio è stato un drybrush molto pesante usando il colore tin bitz ed adoperando un pennello a punta piatta, con setole lunghe e abbastanza morbide.

Questo è l’effetto che si ottiene.

 

 

Il secondo passaggio non è altro che una ripetizione del primo, ma con un colore diverso: dwarf bronze. In questa passata di drybrush cercate di rimanere solo sulle parti in rilievo della miniatura, evitando i recessi.

Questo è il risultato del secondo passaggio:

  

 

 

Ora viene il bello: “corrodere” la statua. Non abbiate timore, è un passaggio semplicissimo e sicuramente il più divertente del procedimento poiché lascia libero sfogo alle esigenze di invecchiamento: grado di corrosione, zone da invecchiare, e così via…

Ho mischiato due gocce di hawh turquoise e una di orkhide shade. Ho allungato il tutto con 4 gocce d'acqua e ho ottenuto una miscela molto liquida: quasi un inchiostro.
Ho passato il pennello (standrd brush) ben imbevuto su tutto il modello, non preoccupandomi di dove finiva il colore. Il colore si è ritirato bene, si è infilato nei recessi e nelle fessure ed ha invecchiato tantissimo il modello. Lo ha praticamente ossidato quasi tutto.

Ecco il risultato di questo passaggio:

  

Se volete una statua completamente ossidata potete benissimo fermarvi a questo punto. Ma se l’invecchiamento non deve essere così esagerato, allora potete proseguire con gli ulteriori passaggi che vado ad esplicare.

Si tratta di passaggi volti a ripristinare l’equilibrio tra le superfici corrose e quelle ancora in buono stato, limitando la corrosione ai recessi ed alle superfici di più ampio respiro.

È sufficiente ripercorrere i passaggi che abbiamo visto prima.

Drybrush carico di tin bitz:

  

 

 

Drybrush di dwarf bronze

  

 

Ed ecco che la statua corrosa è giunta finalmente a compimento! Come sempre, viste le mie modeste capacità modellistiche, il tutorial va visto come un semplice aiuto per chi è in cerca di idee. Pittori molto esperti e dotati di talento utilizzano tecniche ben più sofisticate e dal risultato visivo migliore. Ma se siete dei comuni mortali della pittura, come il sottoscritto, allora vi consiglio di tenere in considerazione questo metodo.

by Uopo