Miniature in resina e potenziale commercializzazione

In questp Forum, Andrea Bellarte, alias maverick, presenterà le sue nuove serie di miniature in 15mm ma anche lavori inediti, incompiuti, idee e progetti che riguardano il mondo delle miniature.
Proposte, consigli, o domande sulla scultura di figurini saranno sempre ben accette

Moderatore: maverick

Autore
Messaggio
ospitaliere

Re: Miniature in resina e potenziale commercializzazione

#26 Messaggioda ospitaliere » 19/03/2013, 12:27

fako ha scritto:si, ma a parte la scala che come dicevo anche io ieri sera va messa in uno standard condiviso a meno che non si abbia in mente di aprere un nuovo mercato, se la tiratura per avere una serie è 30 acquirenti per ogni set da 4 miniature i 30 te li trovo io senza dover smuovere la rete.

L'idea era partita da questa mia domanda: "quanti pezzi devo vendere per farti fare una serie da 4 miniature?"
Se gli acquirenti sono 30, solo in questo forum ne trovi 10 (realisticamente), gli altri 20 li trovi facilmente: 10 probabilmente dal battage internettiano, 10 in vendita diretta (fiere, amici di amici, negozi fisici).

Se uno parte con le piccole serie, poi ogni volta che butta fuori qualcosa di nuovo cerca di allargare la cerchia, ma il passo va fatto.

Es. i Ns amici della clockworkl paladins, sono partiti con un nanetto test. Io l'ho preso per curiosità e per incentivare l'iniziativa che secondo me è, ed era già allora encomiabile. Io al Maverik 8 pipotti fantasy a 65€ li prendo.


difatti la mia era una proposta canavaccio.quelli che dicono la loro li prenderanno sicuramente se accontentati mentre i restanti, tipo te, prenderà quelli che gli interessano per collezionismo, incentivo a continuare e così via...alla fina ci sarà un 25-30 % che non prenderà nulla per disparati motivi (soggetto,scala,non piace la posa e così via...)

Avatar utente
Siventilcaotico
Maestro d'opera
Maestro d'opera
Messaggi: 7047
Iscritto il: 21/03/2011, 16:47

Re: Miniature in resina e potenziale commercializzazione

#27 Messaggioda Siventilcaotico » 19/03/2013, 12:30

se è un discorso "su commissione", anche con la tiratura limitata, c'è ben poco da dire: trovi i trenta (o il committente si incarica di coprire i costi e poi smerciare ai trenta), e scegli la scala e il soggetto che decidono i trenta. Se i trenta volessero 29,4 cm, andrebbero bene di 29,4 cm.
MORTE E DISTRUZIONE!!!
Immagine

Avatar utente
fako
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 5137
Età: 41
Iscritto il: 04/07/2011, 15:50
Località: Ponte S. Pietro (Bg)
Contatta:

Re: Miniature in resina e potenziale commercializzazione

#28 Messaggioda fako » 19/03/2013, 12:44

Siventilcaotico ha scritto:se è un discorso "su commissione", anche con la tiratura limitata, c'è ben poco da dire: trovi i trenta (o il committente si incarica di coprire i costi e poi smerciare ai trenta), e scegli la scala e il soggetto che decidono i trenta. Se i trenta volessero 29,4 cm, andrebbero bene di 29,4 cm.



mi rendo conto dalle vs risposto che sono stato brusco :D sono rientrato in ufficio da poco dopo 2 appuntamenti massacranti tra ieri e oggi e avevo fretta di scrivere.

intendevo dire: facciamo il sondaggi, ma prima di impipparci in discorsi di marketing e commercilizzazione (distribuzione etc. etc.)
chiariamoci se il discorso è rimasto:

miniserie delux ultralimitatissima, che vuol semplicemente dire: faccio girare un nome/prodotto guadagnandoci il tempo di scultura e coprendo i costi, per fare uin modo di avere poi una seconda ondata (con nuovi pezzi) su scala maggiorata, con l'aiuto del passa parola dei minimondisti (io veramente penso che a parte le miniature per me riesco a coinvolgere almento altre 2 persone all'acquisto, se qui comprano in 10 e fanno altrettanto altro che 30 si arriva...)

serie standar in cui vendo il più possibile con canali tradizionali e non e allora li tutti i discorsi preliminari (che lascio a Sivent visto che è il suo campo) tipo: targhet, posizionamento, brand, modello di vendita etc. et.c vanno fatti e approfonditi.
modellare piccoli mondi, viverli in miniatura
VAI ALLA MIA PHOTOGALLERY sui MINIMONDI di CAPOCHINO

ImmagineImmagineImmagineImmagine

Avatar utente
Siventilcaotico
Maestro d'opera
Maestro d'opera
Messaggi: 7047
Iscritto il: 21/03/2011, 16:47

Re: Miniature in resina e potenziale commercializzazione

#29 Messaggioda Siventilcaotico » 19/03/2013, 13:00

Mi sa che allora che sono stato brusco io nella risposta perchè non ho avvertito come brusca la tua affermazione :)

Quanto al tipo di commercializzazione, solo maverik ce lo può dire, e mi sa che non ha le idee ben chiare dato che il titolo del posto dice una cosa, e il contenuto un'altra :)
MORTE E DISTRUZIONE!!!
Immagine

ospitaliere

Re: Miniature in resina e potenziale commercializzazione

#30 Messaggioda ospitaliere » 19/03/2013, 13:17

nessun fraintendimento da parte mia. scusami se la mia risposta è sembrata così. anche io credo che ci dovrebbe essere maggiore chiarimento dai diretti interessati. poi l'idea del sondaggio và oltre il marketing. era un'idea solo per forumisti...

Avatar utente
Maniachouse
Maestro scultore
Maestro scultore
Messaggi: 4035
Età: 55
Iscritto il: 24/02/2011, 14:12

Re: Miniature in resina e potenziale commercializzazione

#31 Messaggioda Maniachouse » 19/03/2013, 14:43

ci vorrebbe un Andrea un po' più presente a questa discussione... ;) :D
visto che è stata aperta per lui ;)

ricapitolando:

la scala se si resta nel generico è il 28-32 cm... la cosidetta 28 eroic classica.

le minia possono essere fantasy o fantascienza... in questo caso molto più sul fantasy.

a questo punto potrebbero essere qualsiasi soggetto. la differenza la farebbe solo la bellezza del pezzo. che sarebbe il veicolo di vendita assieme a un costo interessante.

di fatto non si hanno almeno i 30 acquirenti pronti ad acquistare il prodotto.
tra l'altro per acquistare un prodotto deve essere valido per i parametri dell'acquirente... murble cosa vogliono questi 30 acquirenti... murble

il mio suggerimento personale ad Andrea è:

per interessare un pubblico devi far vedere dei prodotti che potenzialmente sono pronti per la produzione.
quindi ti direi di fare 3-4 soggetti in 28 eroic come il tuo senso artistico ti dice.
valuta naturalmente quanto letto nel forum gli interessi molto variegati degli utenti... ma anche nelle rete. poi esprimi "solo" un tuo personale design.
dopo di che proponi un Kapipal per vedere l'interesse della gente e il mercato.
se arrivi all'obiettivo, bene parti con la produzione.
altrimenti valuti altri soluzioni. postino, scaricatore di porto, killer... ;) :D

a parte le battute... devi essere tu a proporre un tuo prodotto, valutando tutto quello che ti sta attorno ma deve essere un prodotto che senti tuo e a cui metti tutto te stesso.
e allora vedrai che sarà un prodotto apprezzato e acquistato. : Thumbup :

: Chef : money
Il pessimista è colui che trova sempre difficoltà nelle opportunità.
L'ottimista è colui che trova sempre delle opportunità nelle difficoltà.

Passo dopo passo, crei il tuo universo personale.

My mind is my best weapon

Immagine

Avatar utente
maverick
Viandante
Viandante
Messaggi: 203
Iscritto il: 29/10/2012, 17:09

Re: Miniature in resina e potenziale commercializzazione

#32 Messaggioda maverick » 19/03/2013, 17:27

Maniachouse ha scritto:ci vorrebbe un Andrea un po' più presente a questa discussione... ;) :D
visto che è stata aperta per lui ;)


ecco, questo è un esempio di risposta brusca! : CoolGun :
a fako, mi piaceva l'idea di proporre una serie limitata per il forum, non tanto per contare poi
su un eventuale passaparola, ma in quanto omaggio a un forum al quale sono affezionato.
però il fattore economico me lo impedisce. se la cosa partirà dovrò puntare immediatamente
a un pubblico il più vasto possibile. è lampante che il marketing non sia il mio punto di
forza, e la ragione è semplice: qualsiasi cosa scolpisca prima di pensare a venderla
voglio essere pienamente soddisfatto del prodotto che propongo.
è chiaro che poi il tutto vada poi finalizzato.

circa la dimensione si può anche scendere al 32mm, e per quanto personalmente fossi
orientato a un postmoderno, credo virerò sul fantasy. se creassi un sondaggio universale
otterrei soltanto dieci, cento o mille opinioni diverse. quindi credo che alla fine qualcuno avrà il
suo paladino...
Immagine

Avatar utente
Ghullarat
Maestro d'opera
Maestro d'opera
Messaggi: 8141
Età: 44
Iscritto il: 22/11/2010, 14:45

Re: Miniature in resina e potenziale commercializzazione

#33 Messaggioda Ghullarat » 19/03/2013, 17:27

Ok io confermo che vorrei:
SCALA 28-30 mm nè meno nè più
POSE: davvero diverse dal solito, come detto nell'altro post.
SOGGETTI: classici fantasy, e paesani medievali, o anche un po' più fantasy.Aggiunta di Creature mancanti, tipo, VERMI, FUNGHI,perchè ce ne sono davvero pochi in giro!!
RAS AL GHUL non è un mio parente!!!

Benvenuti su DungeoNext: https://www.facebook.com/DungeoNext?__mref=message_bubble
-------------------------------- -------------------------------- -------------------------------- -------------------------------- --------------------------------
Video Youtube: https://www.youtube.com/watch?v=N2upPHIo8PU

ImmagineImmagineImmagine

Avatar utente
maverick
Viandante
Viandante
Messaggi: 203
Iscritto il: 29/10/2012, 17:09

Re: Miniature in resina e potenziale commercializzazione

#34 Messaggioda maverick » 19/03/2013, 17:35

Ghullarat ha scritto:Ok io confermo che vorrei:
SCALA 28-30 mm nè meno nè più
POSE: davvero diverse dal solito, come detto nell'altro post.
SOGGETTI: classici fantasy, e paesani medievali, o anche un po' più fantasy.Aggiunta di Creature mancanti, tipo, VERMI, FUNGHI,perchè ce ne sono davvero pochi in giro!!



VERMI!? FUNGHI!!?
Immagine

Avatar utente
fako
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 5137
Età: 41
Iscritto il: 04/07/2011, 15:50
Località: Ponte S. Pietro (Bg)
Contatta:

Re: Miniature in resina e potenziale commercializzazione

#35 Messaggioda fako » 19/03/2013, 17:45

maverick ha scritto:
Maniachouse ha scritto:ci vorrebbe un Andrea un po' più presente a questa discussione... ;) :D
visto che è stata aperta per lui ;)

... alla fine qualcuno avrà il
suo paladino...


: Love : : Love : : Love :

allora per il marketing bisogna che ti indirizzi sulla consulenza (gratuita) di Sivent :D, di mio posso dirti di non sottovalutare il passaparola del forum o più in generale.
Molti di noi, a parte l'edonistico appagamento ad avere un pipottino in mano per sè stessi hanno un giro di conoscenze che maneggia miniature (e ne compra).

Trovarsi per le mani la miniatura presentata come "l'ha fatta un artista italiano, sono uno dei pochi ad averla nel mondo perchè sono pezzi a serie limitatissima, Io l'ho presa tramite una mia conoscenza" genera hype nella comunità.
Io nel mio blog interamente in italiano, piccolo e sconosciuto trovo gente che mi scrive chiedendomi informazioni, contatti etc. etc. se poi la cosa va in porto si passa dai negozi di bergamo di cui conosco bene i proprietari (bene nel senso che sono stato sempre un ottimo cliente) e gli si chiede se interessa vendere una miniserie.. ert. etc.
modellare piccoli mondi, viverli in miniatura
VAI ALLA MIA PHOTOGALLERY sui MINIMONDI di CAPOCHINO

ImmagineImmagineImmagineImmagine

Avatar utente
Ghullarat
Maestro d'opera
Maestro d'opera
Messaggi: 8141
Età: 44
Iscritto il: 22/11/2010, 14:45

Re: Miniature in resina e potenziale commercializzazione

#36 Messaggioda Ghullarat » 19/03/2013, 18:01

Si vermi e funghi, io e Sivent che siamo il campione netto dei collezionisti di mini li abbiamo in tutte le salse!!
E facciamo di tutto per aggiudicarci un nuovo bel pezzo...riempie i DUNGEONS, le caverne, i sotterranei, le cantine, il sottosuolo, i castelli, prati e campi, giungle, paludi....cimiteri, li metti dove vuoi...pure nel risotto...i VERMI no però si trovano anche lì!! hihihi
RAS AL GHUL non è un mio parente!!!

Benvenuti su DungeoNext: https://www.facebook.com/DungeoNext?__mref=message_bubble
-------------------------------- -------------------------------- -------------------------------- -------------------------------- --------------------------------
Video Youtube: https://www.youtube.com/watch?v=N2upPHIo8PU

ImmagineImmagineImmagine

Avatar utente
Maniachouse
Maestro scultore
Maestro scultore
Messaggi: 4035
Età: 55
Iscritto il: 24/02/2011, 14:12

Re: Miniature in resina e potenziale commercializzazione

#37 Messaggioda Maniachouse » 19/03/2013, 18:06

fako ha scritto:
maverick ha scritto:
Maniachouse ha scritto:ci vorrebbe un Andrea un po' più presente a questa discussione... ;) :D
visto che è stata aperta per lui ;)

... alla fine qualcuno avrà il
suo paladino...


: Love : : Love : : Love :

allora per il marketing bisogna che ti indirizzi sulla consulenza (gratuita) di Sivent :D, di mio posso dirti di non sottovalutare il passaparola del forum o più in generale.
Molti di noi, a parte l'edonistico appagamento ad avere un pipottino in mano per sè stessi hanno un giro di conoscenze che maneggia miniature (e ne compra).

Trovarsi per le mani la miniatura presentata come "l'ha fatta un artista italiano, sono uno dei pochi ad averla nel mondo perchè sono pezzi a serie limitatissima, Io l'ho presa tramite una mia conoscenza" genera hype nella comunità.
Io nel mio blog interamente in italiano, piccolo e sconosciuto trovo gente che mi scrive chiedendomi informazioni, contatti etc. etc. se poi la cosa va in porto si passa dai negozi di bergamo di cui conosco bene i proprietari (bene nel senso che sono stato sempre un ottimo cliente) e gli si chiede se interessa vendere una miniserie.. ert. etc.


Fako qui si parla di vendita diretta al pubblico... ;)
per passare alla distribuzione per i negozi servono altri capitali e altri numeri di vendita... se devi aggiungere lo sconto negoziante si sale di prezzo e di molto... : Sig : ;) :D

: Chef : money
Il pessimista è colui che trova sempre difficoltà nelle opportunità.
L'ottimista è colui che trova sempre delle opportunità nelle difficoltà.

Passo dopo passo, crei il tuo universo personale.

My mind is my best weapon

Immagine

ospitaliere

Re: Miniature in resina e potenziale commercializzazione

#38 Messaggioda ospitaliere » 19/03/2013, 18:41

Riassumiamo un pòquesta discussione?

- vendita diretta online e non del prodotto, grazie anche alla formula vincente "passaparola".
- scala 32 mm. se non ho capito male, citando Maverick.
- soggetti fantasy, nello specifico, interpretando Maverick, eroi e affini.
- materiale resina.

ok? Tutto giusto??

Avatar utente
Sanguemarcio
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 5960
Età: 46
Iscritto il: 14/01/2012, 1:48
Località: Parma - Italy
Contatta:

Re: Miniature in resina e potenziale commercializzazione

#39 Messaggioda Sanguemarcio » 19/03/2013, 20:46

Andrea, non é che prima di avventurarti sul 32mm fai un bel set nemico che possa affrontare sul campo di battaglia quella secchiata di medievali che ho comprato da te a Novegro??? :D :D :D

Scherzi a parte, il mio consiglio é quello piú banale del mondo... Al di la di tutto, della scala, del genere ecc ecc secondo me l'aspetto vincente sará quello emozionale... Se riesci a scolpire figurini che trasmettano emozioni sei a cavallo... E per emozioni intendo qualsiasi, dallo scandalizzare fino al commuovere.


Ps: a tal prosito avrei bisogno della seguente coppia, una gentil donzella mezza discinta inginocchiata e alle sue spalle un losco figuro di nero ammantanto, sghignazzante ed intento a sgozzarla... La vorrei entro giugno... Magari dipinta... Bene... Da irminsul :D :D :D
ImmagineImmagine
Immagine

Avatar utente
Nedo
Maestro d'opera
Maestro d'opera
Messaggi: 5593
Età: 44
Iscritto il: 03/05/2010, 21:29
Località: Cecina (LI)

Re: Miniature in resina e potenziale commercializzazione

#40 Messaggioda Nedo » 20/03/2013, 0:22

30 mm, ibride tra fantasy e sci-fi. (tipo guerrieri medioevali con lance laser e roba del genere)
ImmagineImmagineImmagineImmagineImmagineImmagine

Avatar utente
Siventilcaotico
Maestro d'opera
Maestro d'opera
Messaggi: 7047
Iscritto il: 21/03/2011, 16:47

Re: Miniature in resina e potenziale commercializzazione

#41 Messaggioda Siventilcaotico » 20/03/2013, 12:26

Ok, riassumiamo, e riflettiamo.

Dimensioni: dai 30 ai 32, non sotto e non oltre (ma la scelta tra le due dipende ancora da altri fattori che dobbiamo prendere in considerazione, resta quindi in sospeso).

Ambientazione: il fantasy ha più diffusione, la fantascienza maggiori richieste... infatti tutte le case adesso si stanno lanciando sulla seconda, e presto satureranno nuovamente il mercato... Dall'altra parte hai paradossalmente molta concorrenza in roba vecchia, ma poca in pezzi odierni (ma anche qui qualcuno se n'è accorto, vedi OtherWorld, che però ha prezzi alti e cattiva distribuzione).
Ai tuoi fini, non deve importare. Servono trenta persone per un ordine. Fai prima a trovarne trenta nel fantasy, ma se un giorno ne troverai altre 30 per lo sci-fi una cosa non esclude l'altra (in modo da raggiungere anche questa clientela).

Soggetto: tu vuoi fare pezzi base, senza pose ultra dinamiche, mantelli ecc. Approvo per motivi miei, l'arciere inginocchiato che scocca la freccia è una gran palla in gioco, pare che ogni tre passi caschi giù :D , ma cosa spinge l'utente a preferire il tuo pezzo "base" ad un pezzo già esistente? Devi dargli un valore aggiunto, che dipende dal target (e meglio se trasversale a più target).
Il collezionista può apprezzare la qualità della resina ed il fatto che sia un'edizione limitata, ma il giocatore vuole dei pezzi che non siano repliche di cose che già ha e che gli servano davvero. Da qui il classico studio di quello che manca, come fanno tutti (e anche qui, rivedi OtherWorld che nel kickstarter che ho postato secondo me ha fatto centro per gli utenti D&D). Per me le cose più ricercate sono i personaggi in situazioni particolari ed i civili. Personaggi "veri", con gli zaini, le torce, le corde e le mappe, non il classico eroe. E poi personaggi particolari che servono nelle avventure (io per le mie ho il prigioniero, la damigella da sacrificare, ma anche il minatore, il nobile, il figlio del nobile, i bambini ecc.). Sempre OtherWorld, per i livelli alti del kick, sapete cosa da come bonus? Il mulattiere!

Conoscenza del prodotto: viral marketing. Collega la tua offerta ad un contenuto "carino/interessante", lo fai conoscere agli amici, che siamo noi, poi ognuno lo fa conoscere ai suoi amici, o perchè interessati dal settore o perchè attratti dalla forma (un cartone con i quattro eroi, per esempio), e così via. Il pulcino pio : Surprice : ha avuto successo perchè la gente lo faceva circolare e diceva agli altri "guardati questa scemata", ma comunque ora lo conoscono tutti.

Questo molto molto in breve...

PS: dimenticavo... ti servirà, dopo che avrai un catalogo di un certo spessore, un sito internet fatto "per bene" su cui comprare. Lorenzo è uno dei rari casi di blog a fini commerciali che funziona, lo cito come esempio quando se ne presenta l'occasione. Non aprirmi un sito con due miniature dentro però ;)
MORTE E DISTRUZIONE!!!
Immagine

Avatar utente
Siventilcaotico
Maestro d'opera
Maestro d'opera
Messaggi: 7047
Iscritto il: 21/03/2011, 16:47

Re: Miniature in resina e potenziale commercializzazione

#42 Messaggioda Siventilcaotico » 20/03/2013, 14:19

PPS... per il web, non esisti... il tuo sito non compare su google neppure con una ricerca mirata (scultori miniature milano), devi indicizzarlo bene, comunque ora come ora è un lavoro che serve poco, il sito attuale è una vetrina, e va bene. Un sito per la vendita, rivolto al privato, è fatto in modo diverso. Inserisci subito un link al sito nella tua firma e completa il profilo sul forum con le informazioni di contatto e la pagina web : CoolGun : : CoolGun : : CoolGun :
MORTE E DISTRUZIONE!!!
Immagine

Avatar utente
maverick
Viandante
Viandante
Messaggi: 203
Iscritto il: 29/10/2012, 17:09

Re: Miniature in resina e potenziale commercializzazione

#43 Messaggioda maverick » 20/03/2013, 14:32

per Sangue, per ora non ho in cantiere un grande ampliamento dei medievali.
punterò invece su soggetti particolari come gruppi comando dedicati, tipo re, principi
e famosi condottieri mercenari, da abbinare come bonus all'uscita del kickstarter.
essendo quelli già fatti utilizzabili per molte fazioni europee dell'epoca il mio consiglio
del tutto disinteressato (...) è comprartene un'altra secchiata!
dici bene:
più della perfezione tecnica ho sempre tenuto a trasmettere un'emozione in ogni
miniatura. come la 'fierezza e tamarraggine' dei marines, o la spietatezza dei cattivi di MS.
poi ovviamente ci si può riuscire o meno, ma cerco sempre di raccontare una storia.
le miniature fredde e perfette le posso ammirare, ma me le dimentico presto.
i riassunti sono corretti.
grazie sivent per l'analisi, ma dovete chiarirmi un dubbio:
dispostissimo a fare personaggi particolari in pose e tipologia, ma i giocatori li useranno nelle
partite? o al guerriero con la mappa non preferiranno una bella spada sguainata?
ti dico che avendo fatto scale maggiori per una vita, amo i diorami, e vorrei vederne
più spesso in taglia piccola. nel forum ho visto molte belle architetture...completamente vuote.
il mio dubbio resta.

p.s. grazie per i consigli, la comunicazione via internet è una cosa che sto imparando solo ora
Immagine

Avatar utente
fako
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 5137
Età: 41
Iscritto il: 04/07/2011, 15:50
Località: Ponte S. Pietro (Bg)
Contatta:

Re: Miniature in resina e potenziale commercializzazione

#44 Messaggioda fako » 20/03/2013, 14:52

Siventilcaotico ha scritto:Il collezionista può apprezzare la qualità della resina ed il fatto che sia un'edizione limitata, ma il giocatore vuole dei pezzi che non siano repliche di cose che già ha e che gli servano davvero. Da qui il classico studio di quello che manca, come fanno tutti (e anche qui, rivedi OtherWorld che nel kickstarter che ho postato secondo me ha fatto centro per gli utenti D&D). Per me le cose più ricercate sono i personaggi in situazioni particolari ed i civili. Personaggi "veri", con gli zaini, le torce, le corde e le mappe, non il classico eroe. E poi personaggi particolari che servono nelle avventure (io per le mie ho il prigioniero, la damigella da sacrificare, ma anche il minatore, il nobile, il figlio del nobile, i bambini ecc.). Sempre OtherWorld, per i livelli alti del kick, sapete cosa da come bonus? Il mulattiere!




maverick ha scritto:dispostissimo a fare personaggi particolari in pose e tipologia, ma i giocatori li useranno nelle
partite? o al guerriero con la mappa non preferiranno una bella spada sguainata?



Puoi fare in ogni caso un guerriro con la spada sguainata, ma che non sia il solito "conan" torso nudo, gambe nude e cattiveria. Può avere la spada da un lato in posizione di guardia, una lanterna, uno zaino sulle spalle, gli abiti logori.
Oppure un mantello da viaggio, una bisaccia a tracolla, stivaloni al ginocchio.
Lo stesso lo puoi fare invece immaginandoli invece che in "ricerca" in combattimento, io amo molto le miniature che indicano un punto, che sfidano con il braccio eso e il palmo della mano verso l'alto, amo molto quelle che corrono.
E' un impressione mia o ci sono miniature singole che stanno ferme, miniature che fanno qualche tipo di salto, ma pochissime che corrono in carica?

la cosa particolare che ho notato io nelle tue miniature è che sono sempre molto ispirate nelle posizioni.
Non lo dico per fare un complimento gratuito, ma per esempio il gruppo di "soldati del futuro" ha pose e aspetto che raccontano molto della loro "vita" senza spendere Kg di background.
Forse il tuo talento, oltre la scultura è trasmettere la "storia" del pergonaggio ritratto in base alla posa, ai vestiti, ai particolari scolpiti.
Piacerebbe molto, a me, averlo questo talento: "adesso scolpisco un avventuriero, esperto nelle armi a lama, atletico sebbene acciaccato dalle morte ferite di guerra, con un vestito povero sebbene i gioielli al collo tradiscano che le sue avventure gli abbiano portato ricchezza e fama, questa è l'avventura della vita se sopravviverà sarà l'ultima. Come la scorsa volta."
modellare piccoli mondi, viverli in miniatura
VAI ALLA MIA PHOTOGALLERY sui MINIMONDI di CAPOCHINO

ImmagineImmagineImmagineImmagine

Avatar utente
Siventilcaotico
Maestro d'opera
Maestro d'opera
Messaggi: 7047
Iscritto il: 21/03/2011, 16:47

Re: Miniature in resina e potenziale commercializzazione

#45 Messaggioda Siventilcaotico » 20/03/2013, 14:53

maverick ha scritto:dispostissimo a fare personaggi particolari in pose e tipologia, ma i giocatori li useranno nelle
partite? o al guerriero con la mappa non preferiranno una bella spada sguainata?
ti dico che avendo fatto scale maggiori per una vita, amo i diorami, e vorrei vederne
più spesso in taglia piccola. nel forum ho visto molte belle architetture...completamente vuote.
il mio dubbio resta.


Ecco, questa tua ottica l'apprezzo molto, il concetto del diorama in 30 mm. E' proprio quello che manca. La reaper ha moltissimi pezzi che sono già dei mini diorami, ma peccano a mio avviso dal lato opposto: sono usabili solo per diorami e non anche per il gioco. Loro se lo possono permettere perchè sono la Reaper, e sono da sempre caratterizzati da miniature di tutti i generi possibili e immaginabili. Se tu invece devi fare una produzione di 4 modelli, devi mirare a farli quanto più possibile versatili. Un ladro che sta scassinando una serratura è moooolto più versatile se è solo accovacciato con uno strumento in mano, piuttosto che se ha la porta compresa nella basetta e deve portarsela dietro ad ogni spostamento ;) .

A parte i pittori come Irminsul e chi fa diorami, chiunque compri una miniatura ha il sogno segreto di giocarci prima o poi :) quindi comunque devi stimolare questa potenzialità, anche per chi le lascerà solo in vetrina. Un altro discorso è capire giocare A COSA...
Ti rispondo subito che il più gettonato in ambito fantasy resta D&D. Dimenticati le battaglie campali, sono appannaggio di Warhammer (oltretutto in stra declino), e lì si vende solo GW. A questo puoi accostare i giochi di schermaglie, tipo mindstalker.

La spada sguainata... ok... ma quanti personaggi con spada sguainata ci sono? Vuoi sapere qual è la miniatura che prediligo e che userei di più nei miei dungeon? Il cacciatore di streghe di Mordheim con spada sguainata E torcia alzata cielo. Fondamentale.
Cominciamo a ragionare su chi porta la torcia e chi la lanterna, o, eventualmente, la mappa (che molti giocatori non usano nemmeno fare, ma un foglio in mano ad un mago che tiene il bastone con l'altra, può essere sia una mappa che una pergamena magica... ma basta pezzi di carta sventolati davanti al nemico... in un caso o nell'altro deve comunque LEGGERE!

Fondamentali gli zaini e il resto dell'equipaggiamento, l'avventuriero non va da nesusna parte senza (occhio che Otherworld ha iniziato proprio a farle così...). (Ecco che lo dice anche Fako...)
MORTE E DISTRUZIONE!!!
Immagine

Avatar utente
fako
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 5137
Età: 41
Iscritto il: 04/07/2011, 15:50
Località: Ponte S. Pietro (Bg)
Contatta:

Re: Miniature in resina e potenziale commercializzazione

#46 Messaggioda fako » 20/03/2013, 15:00

Siventilcaotico ha scritto:
Fondamentali gli zaini e il resto dell'equipaggiamento, l'avventuriero non va da nesusna parte senza (occhio che Otherworld ha iniziato proprio a farle così...). (Ecco che lo dice anche Fako...)


Zaini, corde, rampini, boccette, giberne, borselli.
Ieri mi è capitato di osservare una magnifica illustrazione del manuale di D&D 4.0. i personaggi sono tutti carichi di questo genere di dettagli è gente armata fino ai denti ed equipaggiata per ogni evenienza.
Infondo immaginiamoci un moderno paracadutista, paracadute alle spalle, zaino davanti, gibernaggi all'inverosimile...
modellare piccoli mondi, viverli in miniatura
VAI ALLA MIA PHOTOGALLERY sui MINIMONDI di CAPOCHINO

ImmagineImmagineImmagineImmagine

Avatar utente
Siventilcaotico
Maestro d'opera
Maestro d'opera
Messaggi: 7047
Iscritto il: 21/03/2011, 16:47

Re: Miniature in resina e potenziale commercializzazione

#47 Messaggioda Siventilcaotico » 20/03/2013, 15:19

fako ha scritto:E' un impressione mia o ci sono miniature singole che stanno ferme, miniature che fanno qualche tipo di salto, ma pochissime che corrono in carica?
iperdinamis

ne ricordo cinque al momento (e ne possiedo tre), ma posso dimenticarne molte :): young blood middenheimer, goblin delle tenebre di "la caccia" e super dynamic boris:

http://heresyminiatures.com/shop/index.php?main_page=product_info&products_id=5

In più c'è un vecchio guerriero del caos con lancia in carica e, mi pare, un goblin acchiappasquig con lancia in carica (che non ho).



fako ha scritto:Zaini, corde, rampini, boccette, giberne, borselli.
Ieri mi è capitato di osservare una magnifica illustrazione del manuale di D&D 4.0. i personaggi sono tutti carichi di questo genere di dettagli è gente armata fino ai denti ed equipaggiata per ogni evenienza.
Infondo immaginiamoci un moderno paracadutista, paracadute alle spalle, zaino davanti, gibernaggi all'inverosimile...


Il bello è che le vecchie GW erano proprio così! (Ne ho diverse). Poi anche i due Orchi predoni solo mail order sono così. Qualcosa di mordheim è così. Le adoro tutte!
MORTE E DISTRUZIONE!!!
Immagine

Avatar utente
maverick
Viandante
Viandante
Messaggi: 203
Iscritto il: 29/10/2012, 17:09

Re: Miniature in resina e potenziale commercializzazione

#48 Messaggioda maverick » 20/03/2013, 15:29

buone indicazioni. anche a me piacciono molto i personaggi carichi di materiale. e nella scifi infatti
gli metto ogni cosa possibile, come nella realtà in effetti è. se vogliamo, si può dire che il
combattente medievale e antico lasciava ogni cosa lo potesse impedire nella lotta corpo a corpo.
usare una spada è già faticoso, senza pesi aggiuntivi.. questa la realtà, ma nel gioco credo che
la coerenza si possa un attimo dimenticare. del resto il fascino D&D sta nella complicità che si crea
col giocatore. la parola d'ordine non è 'realistico', quindi, ma 'verosimile'.
Immagine

Avatar utente
Siventilcaotico
Maestro d'opera
Maestro d'opera
Messaggi: 7047
Iscritto il: 21/03/2011, 16:47

Re: Miniature in resina e potenziale commercializzazione

#49 Messaggioda Siventilcaotico » 20/03/2013, 15:35

La tua osservazione è giustissima, e tanto più seguita quanto più è realistico il regolamento utilizzato. Io che ho un regolamento ultra realistico (a proposito, se ti va di lanciare un tuo gioco dungeon con pezzi tuoi il regolamento posso mettercelo io ;) ), mi trovo spesso davanti alla scelta se caricare il personaggio o affidare qualcosa a servitori e miliziani di vario genere, che però vanno giù come mosche. In entrambi i casi, che sia il protagonista o un comprimario, l'omino carico di roba ci sta bene. Ho una vecchia miniatura a edizione limitata GW che si chiama "il perfetto avventuriero", che si porta in spalla di tutto di più, compreso un lavandino pieno di monete d'oro :D . Lo uso come seguace ovviamente, ma la fonte di luce è qualcosa da cui dipende la sopravvivenza del mio personaggio, quindi la preferisco in mani più sicure, quindi una lanterna ad un seguace, e la torcia in mano ad un combattente che la può usare come seconda arma.

PS: quando dico ultra realistico vuol dire che se mi colpiscono alle spalle sullo zaino, è molto probabile che lo zaino si rompa, lasciando cadere monete e infrangendo eventuali pozioni... da qui meglio delegarlo a seguaci non combattenti se si può e se non se la danno a gambe con tutta la tua roba...
MORTE E DISTRUZIONE!!!
Immagine

Avatar utente
Capochino
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 16130
Età: 46
Iscritto il: 21/02/2010, 9:17
Località: Canegrate

Re: Miniature in resina e potenziale commercializzazione

#50 Messaggioda Capochino » 20/03/2013, 16:12

Visto che il discorso verte verso il tipo di miniature da realizzare io ho un' ideuzza malsana.
Appena torno a casa la espongo.
Su questa ideuzza sarei disposto a spendere molto. :D
ImmagineImmagineImmagine

Immagine

Non si smette di giocare perché si diventa vecchi... ma si diventa vecchi perché si smette di giocare
Aforismi modellistici tratti dal forum
Spoiler: show
"Fare scenici è come cucinare: non sempre ti viene fuori un buon piatto" by Nedo


Torna a “Andrea Bellarte”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite