H
Home
F
Forum
L
Link
C
Contatti
D
Cosa tratta il Sito
W
Chi è Capochino
U
I nostri utenti
"Silicone RTV PA 25 ... Antichità  Belsito "

 

uopo:
Per chi, come noi, ha bisogno di riprodurre elementi modellistici o parti di essi, niente è meglio di una bella colata di gomma siliconica! Il mercato modellistico ne è pieno e ne esistono di tantissimi tipi. Ognuno con caratteristiche differenti. Fino ad ora ho sempre utilizzato gomme siliconiche con catalizzatori in percentuale ( solitamente a condensazione, 5% ), ma per questo mio ultimo progetto ho deciso di cambiare aria ed ho portato una ventata di aria fresca nel mio mondo modellistico:
ho provato la gomma siliconica in poliaddizione PA 25 




Essendo una gomma siliconica in poliaddizione, vi arriveranno a casa 2 barattoli di eguale capacità, i quali contengono 1 2 componenti che andranno accuratamente miscelati prima di essere colati.
Il primo componente , chiamato A, si presenta di color bianco, mentre il componente B è di color porpora.
Entrambi, nella confezione da 1 Kg (500gr+500gr) sono contenuti in 2 barattoli a doppia chiusura ( tappo a vite e tappo interno a pressione ) che potranno, eventualmente, tornarci utili una volta esaurito il silicone. Una semplice lavata e potremo stivarci dentro gesso, erbetta o quant' altro, tutto al riparo dall' umidità. Questo per ulteriormente sottolineare l' attenzione che Antichità Belsito riserva ai suoi prodotti ( in questo caso alla confezione che permette non solo una ottima conservazione, ma anche un grande riutilizzo).





Queste sono le caratteristche del prodotto:



  • Tempo di lavorabilità: 45 minuti
  • Tempo di sformabilità: 6 - 8 ore
  • Rapporto di miscelazione in peso: 1:1
  • Durezza: 25 shore
  • Resistenza alla lacerazione: 21Nmm
  • Allungamento a rottura: 370% ( medio)



Capochino:
Prima di preparare la miscela ho accuratamente mescolato i 2 componenti per evitare sedimenti alla base. Bastano 2 minuti e, soprattutto, bisogna stare attenti a NON utilizzare lo stesso attrezzo per la mescola per i 2 barattoli.


 



uopo:
Una volta costruita la camera di contenimento di ciò che volete duplicare potete cominciare a preparare il composto siliconico. La preparazione è molto semplice e rapida e vi basteranno pochi accorgimenti per non fare alcun errore.
E' sufficiente unire i due componenti in parti uguali ( a peso ) e mescolare lentamente per ridurre l' inglobamento di bolle d' aria.





Capochino:
In questo caso ho mescolato un po' velocemente e si sono formate un po' di bolle. Come detto da uopo ho lasciato riposare il composto per almeno 2 minuti e poi ho cominciato a spennellare i miei master da clonare



In questo caso, io, ho clonato una scultura di Marco Partenzi, una pietra tombale nanica con un forte sottosquadra.
Per questo motivo ho voluto munirmi di pennello per poter agevolare il silicone in una stesura migliore.



Con questo silicone si può operare in questo modo. Il tempo di lavorazione prima della catalisi  lascia molto margine e ci si può concentrare su lavori di precisione.




uopo:
Dopodichè potrete iniziare a colare la gomma sul vostro modello, facendo attenzione a versare piccole quantità ad intervalli.
Un piccolo accorgimento: più è sottile il flusso di versamento, minori saranno le bolle d' aria che si potranno formare.




Capochino:
Lo stampo in alto è mio, sotto possiamo vedere gli stampi realizzati da uopo per le sue creazioni ( Mobili Medievali )



Questi mobili sono stati realizzati da Andrea Iennaco ( uopo ) ..... sotto si può notare lo stampo in attesa di catalisi



uopo:
Una volta ricoperto interamente il vostro modello armatevi di pazienza e attendete 6-8 ore.
Terminata la solidificazione avrete uno stampo di color porpora dalla consistenza ragguardevole e dotato di una certa elasticità. Rispetto ad altri siliconi che ho provato  ( e che mi sembravano troppo elastici al tatto ) ho notato che lo shore
(25) si presta molto bene per i nostri lavori modellistici e si avvicina parecchio alla consistenza di quello usato da Bruce Hirst nei molds della Hirst Arts



 

La gomma siliconica PA 25 non deve venire a contatto con determinati materiali durante la fase di catalizzazione. Per comodità vi riporto l' elenco di tali materiali ma potete anche trovarlo sulla scheda tecnica del prodotto sul sito di Antichità Belsito:

  • Gomme e catalizzatori del tipo a condensazione
  • Gomme naturali e sintetiche
  • Adesivi a base di neoprene
  • Silicone sigillante
  • Adesivi vinilici
  • Resina poliestere
  • Stucchi e mastici a base poliestere
  • Schiume di lattice ( compreso guanti in lattice )
  • Plastilina ( esclusa la plastilina alimentare )
  • PVC
  • Stagno
  • Ammine usate come catalizzatori per resine epossidiche
  • Metalli pesanti
Se il modello da utilizzare per la presa del calco contiene comunque una o più di queste sostanze, sarà necessario ricoprirlo con un velo di cera in modo da isolarlo dalla gomma siliconica.

Capochino:
Questa operazione si fa comunemente per qualsiasi silicone. Uno "Split" spray è molto utilizzato e ovvia a tanti problemi di sorta.
uopo:
Io ho usato un nastro biadesivo sul fondo dello stampo per tenere ben saldi i masters e le sostanze contenute nel nastro ( sicuramente PVC ) devono aver interferito con il processo di catalizzazione per questo, una volta finito il processo, la parte di silicone a contatto con il nastro, è rimasta abbastanza appiccicosa al tatto. Nulla di particolramente dannoso ma era giusto informarvi.

Capochino:

Questo è il master che ho clonato io. Come si può vedere dalla foto, l' elasticità è davvero notevole. La lettura del master è buona ma è stata proprio l' elasticità del prodotto ad impressionarmi positivamente. Il sottosquadra è stato colmato perfettamente e lo sguscio del master non è stato per niente problematico. Altri siliconi avrebbero avuto problemi di stress da sfornatura. Nessuna lacerazione è stata notata.

 
Qui si può notare la differenza di dimensioni tra lo stampo ed il pezzo vero e proprio.

uopo:
 
In coclusione, per chi cerca un silicone semplice da usare, mi sento di consigliare vivamente questa scelta di prodotto

 

Pro:

  1. Estrema facilità d' uso
  2. Ottima resistenza e consistenza
  3. Tempo di lavorabilità ( pot life ) molto lungo
  4. Riproduzione dettagliata dei particolari
  5. Costo nella media
Contro:
  1. Tempo di catalisi abbastanza lungo
  2. Attenzione ai materiali con cui viene in contatto in fase di catalizzazione
Voto: 8,5


Capochino:

Mi sento tranquillamente di concordare con quanto detto da uopo, trovo il prodotto molto valido e con un buon rapporto qualità/prezzo.
Elasticità molto buona e, forse, un po' lunghetto come catalisi ma per gli hobbisti non è un grosso problema, anzi, a volte è anche meglio avere un silicone che ti dia la possibilità di margine d' errore come il PA 25. Oltre a queste caratteristiche aggiungerei forse una delle più importanti, questo siliocne è COMPLETAMENTE ATOSSICO, inodore e perciò utilissimo per chi, come noi, lavora in casa.

Gianluca Tosi, il proprietario del sito Antichità Belsito, ha confermato che la resistenza meccanica di questo silicone è molto elevata e perciò lo stampo creato resisterà molto a lungo a differenza di altri siliconi sempre per poliaddizione.Oltretutto, il PA25, ha un ritiro lineare praticamente nullo contro l' 1% dei suoi diretti concorrenti.
Sicuramente caratteristiche da non sottovalutare.


Voto 8