H
Home
F
Forum
L
Link
C
Contatti
D
Cosa tratta il Sito
W
Chi è Capochino
U
I nostri utenti
"Colorazione Castello Manorhouse Workshop"
Eccoci arrivati alla colorazione del Castello della Manorhouse....


Parto con una mano di fondo. Il Synto Stone, il materiale da cui sono composte le varie sezioni, si adatta benissimo alla pittura acrilica.... a dire il vero non servirebbe una mano di fondo ma io voglio seguire tutta la prassi per una buona pittura.
Serve:
  • una tavolozza ( in questo caso un semplice piatto di carta )
  • un bicchiere d' acqua
  • colla vinilica
  • pennelli abbastanza grossi
  • pittura acrilica nera e grigio

Sulla "tavolozza" preparo i 2 colori ( nero e grigio ), aggiungo della colla vinilica per rendere il fondo più resistente ( si tratta sempre di elementi che saranno utilizzati per il gioco con miniature ) e comincio a dare il fondo nero partendo dagli interni delle strutture per facilitarmi l' operazione.

Il fondo lo passo su tutti gli elementi scenici che compongono il Castello, anche le parti in resina come le passatoie delle cortine e il tetto della casa. Uso anche il grigio per creare, fin dalla base, dei chiaro scuri che aiuteranno la seconda fase di pittura.

Ci sono 2 principali modi di dipingere strutture architettoniche, una rientra nelle tonalità nordiche ( tutta la scala dei grigi ) e l' altra nelle tonalità centro meridionali ( tutta la scala dei marroni ). La Manorhouse Workshop è conosciuta nel mondo per riproporre contesti medievali Italiani. La colorazione della maggior parte delle strutture del nostro bel paese rientra nella seconda mia descrizione. Infatti sopra si puù vedere che sto utilizzando diverse tonalità di marroni... poco sotto, però, ho inserito un arancione, merlature e piombatoi devono essere dipinti con questa tonalità perchè composte da mattoni.

Questa fase la chiamo "Imprinting" perchè cerco di dare una sorta di base colore con la tecnica del pennello bagnato. Il segreto sta nel NON asciugare mai il pennello e neanche di bagnarlo o pulirlo tra un colore e l' altro. In pratica si intingono le setole nel colore più scuro e si comincia a dipingere una parete della struttura. Prima che il colore stesso si asciughi intingo il pennello ( sporco del colore precedente ) su un altro colore più chiaro e sfumo direttamente sul pezzo. I colori vanno controllati sul pezzo e NON mischiati sulla tavolozza.... su quest' ultima si deve cercare di tenere i colori il più differenziati possibile.

Con l' arancione dipingo i merli con piombatoi, oltre a...

..... le parti intorno delle finestre ad arco e le finestrelle quadrate più piccole. Evito solo le parti di mattoni sul muro perchè voglio tenere un po' bassa la particolarità di questi muri perchè devo adattarla al resto degli elementi scenici che già ho. Ovviamente si può scegliere di seguire alla lettera la colorazione che richiede una texture del genere.

Prima di passare alla terza fase ( prima mano di lumeggiatura pesante ) passo una leggera mano di lumeggiatura a pennello asciutto SOLO sulle parti in mattone

A questo punto finisco tutta la mano di "imprinting" e faccio asciugare tutto per bene...

 

---------------------------------AGGIORNAMENTO DEL 05/05/2012---------------------------------

 



Passo ora alla prima mano di Drybrush color "osso" un beige molto molto chiaro. Questo passaggio serve per coprire il primo strato di imrpinting ma lasciando intravvedere le varie tonalità sottostanti. Il passaggio deve essere controllato.


Sto attento a non toccare le parti in mattoni. Il pennello è grosso e molto usato.


Copro un bel po' gli elementi, voglio creare zone molto chiare. Cerco sempre di accostarli perchè dipingendoli separatamente non mi posso rendere conto se sto omogenizzando il tutto. Il lavoro è abbastanza veloce.


In questa foto si può vedere come il tutto, per ora, è abbastanza uguale. Molto importante seguire questo procedimento perchè è vero che non tutte le pareti delle strutture architettoniche antiche ed usurate sono identiche come colorazione ma è anche vero che difficilmente si possono trovare discordanze sulla stessa facciata dello stesso edificio. Visto che il tutto dovrà essere completamente modulare ( per i GDR e Giochi di miniature ) devo assolutamente cercare di rendere il tutto il più possibile armonioso... dove si può...


Mentre ho in mano il color "osso" do una prima passata all' interno degli edifici. Il tutto potrebbe sembrare pasticciato ma è solo una prima mano per coprire il colore di fondo nero. Lascio perdere le pavimentazioni perchè me ne occuperà dopo.


Ora mi dedico alla prima mano di ombreggiatura, adotto la tecnica delle lavature. In foto si possono vedere i 6 colori che uso più spesso. I 3 a sinistra sono pigmenti puri liquidi ( marrone scuro - verde - ocra ) quelli a destra sono i Wash della GW in 3 tonalità differenti ( Ogrin Flesh - Devlan Mud - Gryphonne Sepia ). Il pennello sempre grosso

 
Mi preparo 5 contenitori ( sono 5 fondi di bicchierini di plastica tagliati ) per poter sfruttare la stessa tecnica dell' "Imprinting" ma stavolta con i pigmenti ed i Wash. I bicchierini sono 5 perchè 2 colori li mischio sempre, il verde con l' ocra.
Il verde è sempre troppo brillante e devo smorzarlo con un colore più "marcio"


Tutte le lavature vanno diluite con un po' di acqua. Li passo abbastanza pesantemente partendo sempre dal colore più scuro e poi, prima che si asciughino, con lo stesso pennello sporco intingo sugli altri colori a caso tranne che nel verde.... quello lo tengo per ultimo


Copro tutto, indistintamente, anche le parti in mattone precedentemente dipinte. I pigmenti hanno la caratteristica di depositarsi solo nelle parti più recesse delle texture, così da accentuare di molto il senso tridimensionale del nostro elemento scenico. Una bella texture è d' aiuto, ed in questo caso la texture è davvero notevole e ricercata.


Ora, quando il tutto è ancora umido, passo il verde solo sotto le parti più nascoste del pezzo. I piombatoi sono zone dove pioggia e umidità aiutano il muschio e la muffa a trovare un posto ideale. Vado già pesante col pennello perchè poi riesco a controllare le sbavature troppo evidenti con un panno asciutto


Ecco... il panno, appunto, mi viene in aiuto dove esagero, oltretutto si riesce perfettamente a non togliere completamente la lavatura verde dai punti più profondi lasciando quel senso di vissuto che a me piace molto. Con questa tecnica si possono anche evidenziare le fughe delle pavimentazioni senza impazzire a delinearle una per una con un pennellino da miniature.


Ecco il pezzo dopo la prima passata di lavatura. L'aspetto è decisamente migliorato


Volendo si può anche passare il verde sulle parti dei merli ( nella foto però non li ho ancora tamponati con il panno e sono troppo irreali ). L' importante è non farsi prendere dalla mano.. come spesso faccio io :)

 
Qui si può notare la notevole differenza cromatica tra gli elementi ancora non trattati ( sinistra ) e quelli già trattati con le lavature ( destra )


Mentre aspetto che le lavature asciughino ( ci mettono un bel po' visto che sono fortemente diluite con acqua ) mi dedico alla pittura dell' unico tetto in tegole. Il procedimento è lo stesso delle parti in mattone del castello ma non esagero troppo con le lavature.... cerco di direzionarle solo verso alcune zone del tetto per dare un po' di movimento.


La parte sotto, anche se non si vedrebbe, la dipingo ugualmente di marrone ma non la curo più di tanto perchè mi interessa poco. Nel caso potrei dipingerla più accuratamente color legno


La lavatura verde la passo anche sul tetto per renderlo molto più vissuto. Passo il pennello molto zuppo solo sul colmo e faccio scorrere il colore per conto suo... si può vedere come si è depositato nella parte più esterna del tetto, verso la gronda. L' effetto mi piace, tampono pochissimo e lascio asciugare.


Aspetto che il tutto si asciughi e mi comincio a dedicare alle pavimentazioni mobili ( quelle che potranno essere rimosse nell' eventualità di dover giocare all' interno delle strutture ). Utilizzo 3 tipi di grigio. Uno molto scuro, uno medio ed uno molto chiaro, quasi color ghiaccio.


Uso la stessa tecnica utilizzata per il resto del castello, l' Imprinting.
Con questi 3 colori mi sbizzarrisco e coloro velocemente tutte le pavimentazioni. Visto che voglio ottenere una colorazione molto scura ( per questi pavimenti ) lascio del nero di fondo qua e la


Dove vedo che alucne zone sono troppo scure aggiungo colore ma mai esagerando


Una volta asciugato il tutto passo la solita mano di lavatura con gli stessi colori dati per il resto del Castello tranne che per il verde, lo darei solo in caso di pavimenti per scantinati, fogne, prigioni, ecc... 


Una volta asciugato per bene le lavature do una passata molto leggera con un grigio medio. Questo serve per ri-lumeggiare il tutto e rendere il pavimento più omogeneo possibile


Una volta finito posso decidere se ridare lavature per creare zone più scure o no.
Mi accorgo che ho reso il tutto troppo scuro... pazienza, non sta male, schiarirà ancora un po' con un passaggio di drybrush di grigio chiaro.


Finiti i pavimenti riprendo il mano il castello. Unisco i pezzi e noto che con le lavature ho diversificato un po' il colore tra le varie sezioni. Parto con la seconda lumeggiatura a 2 colori


Uso 2 colori abbastanza insoliti ma d' effetto. Un Verdolino chiaro ed un rosa.


In questa foto possiamo vedere i 2 passaggi. Il primo edificio a sinistra è quello di partenza, l' edificio centrale è stato passato con il verdolino a drybrush, l' edificio più a destra è quello finale con dei colpi di rosa solo in alcune parti
Si può vedre come questi 2 colori hanno dato movimento al tutto creando delle zone più luminose di altre


Questo è il risultato ottenuto fino ad ora... peccato per la luce delle foto, non rendono al meglio.
Mancano ancora 2 passaggi molto veloci

 
Il primo è questo... con un color tuorlo d' uovo chiaro passo, lumeggiando con la tecnica del drybrush, tutte le zone in mattoni, dopodichè non le toccherà pià.


La torre di destra è prima del passaggio, quella di sinistra ha la parte in mattoni ( merli e piombatoi ) trattati con l' ultimo passaggio di drybrush.


Lo stesso passaggio lo applico al tetto della casa ma solo in alcune zone, non su tutto


Ed ecco l' ultimo passaggio per i muri di tutto il complesso. Con un Wash marrone scuro dilutito con molta acqua passo tutti i muri e....


.... tampono energicamente tutte le pareti. Questo passaggio serve per smorzare le luci troppo forti del colore finale ( rosa ) e accentuare ulteriormente le fughe delle pietre.


Risultato finale dei muri... se si guarda bene si possono vedere tutti i passaggi fino ad ora effettuati. Alcini di più altri molto meno. Il fondo nero, ovviamente, è stato completamente coperto.


Passo agli interni con la secondo passata color osso, alcune zone, però le passo con un color osso mischiato a bianco per cercare di creare chiari scuri anche sulle pareti interne. Volve sporcare un po' con il verde ma non me la sono sentita... mi paice così com'è.


I pavimenti delle passatoie le schiarisco molto con il color osso e poi le ombreggio pesantemente con le lavature marroni e nere. Devo dire che non mi sono dedicato molto a questi pavimenti, avrei voltuo fare diversamente ma il tempo stringe.


Questo è il risultato ma non è un granchè.... diciamo che me lo faccio piacere, sarà sempre in tempo a rifinire il tutto.


Tutti i passaggi fino ad ora effettuati sui muri li ho applicati anche alle scale del castello ( ce ne sono 3 ).
Non voglio coprire i laterali pieni perchè mi piacerebbe sfruttare anche i sottoscala. Ecco come ho proceduto


Ho tagliato e dipinto di marrone delle sezioni in balsa nella misura giusta per le scale


Dopo il marrione do una passata di drybrush color marroncino più chiaro


Dopo la passata di marroncino chiaro passo, sempre con la tecnica del drybrush, il color "osso"


Incollo le travi sotto le scale. Anche se qui stravolgo un po' le regole della fisica trovo molto comodo utilizzare queste scale anche per altri scenici.


Siamo alle battute finali... passo i bordi delle strutture in nero


posiziono ed incollo le altre travi, in misura, per i pavimenti ( non ho utilizzato le parti in dotazione del castello perchè mi piacciono molto gli inserti in legno )


Con  gli stessi passaggi della colorazione del legno, dipingo i 4 piani superiori delle torri.

 
Piazzo la scala e le travi in legno anche nella casa signorile


...e posiziono il pavimento del primo piano.

 
Ultimissimo tocco finale per i muri... creo, con un rosa chiarissimo, delle zone luce sui muri


Qui è più evidente, le finestre sono state lumeggiate ulteriormente con questo ultimo passaggio velocissimo


E qui si vede il tocco sugli angoli dell' arco


Ed il portone finale.... non mi paice, devo ben imparare da Lorenzo Marchetto come dipingere le parti in legno.


Ecco qui tutti i pezzi del Castello della Manorhouse al completo.
Ora una bella carrellata con le miniature della Mirliton, che io adoro per questi scenici.












E qusto è tutto, spero sia stato utile seguire il metodo che utilizzo per dipingere questi tipi di scenici.
A breve un video su come ho dipinto questo scenico.

by Capochino